Tutti i metodi per sterilizzare e i prodotti migliori per metterli in pratica

Occuparsi della sterilizzazione di ambienti e oggetti è vivamente consigliato in alcuni contesti, per esempio quando si ha un neonato in casa, e obbligatorio in altri come i centri benessere e gli studi medici, per non parlare delle sale chirurgiche e degli attrezzi utilizzati durante le operazioni e gli esami di diagnostica.

Può essere quindi molto utile conoscere qualcosa in più su questo argomento.

Per questa ragione, nelle prossime righe ti parleremo dei diversi metodi di sterilizzazione e di alcuni tra i prodotti migliori da usare in tal senso.

Buona lettura!

Sterilizzazione: di cosa si tratta?

Con il termine sterilizzazione si intende il processo grazie al quale le forme microbiche vengono eliminate. Ma cosa sono le forme microbiche? Si tratta dei microrganismi patogeni presenti sia sotto forma di spore sia nella loro forma vegetativa.

La sterilizzazione è ritenuta compiuta nel momento in cui la probabilità di trovare un microrganismo è inferiore a una su un milione.

Come abbiamo anticipato, la sterilizzazione professionale deve avvenire negli ambienti medici e ospedalieri, nelle sale operatorie e sui ferri utilizzati durante le operazioni chirurgiche.

Nei contesti domestici o in quelli in cui è prevista la sterilizzazione di asciugamani, teli e quant’altro non c’è necessità di usare degli sterilizzatori professionali, anche se è consigliato comunque l’acquisto di un buon prodotto.

Quali sono i metodi di sterilizzazione?

Il processo di sterilizzazione generalmente si basa sul raggiungimento di alte temperature in grado di eliminare quasi tutti i microrganismi presenti sulle superfici. Si tratta della cosiddetta sterilizzazione a caldo.

Tuttavia, nei contesti più casalinghi può avvenire anche a freddo.

La sterilizzazione a caldo

Partiamo dalla sterilizzazione a caldo, la più comune e veloce. Gli apparecchi che sfruttano questa modalità possono essere di due tipi diversi:

  • elettrici
  • a microonde
Gli sterilizzatori elettrici funzionano, com’è intuibile, solo attaccati a una presa di corrente, il che li rende poco pratici se si ha necessità di spostarli o di portarli con sé fuori casa. Per quanto riguarda invece la capienza, puoi scegliere i modelli provvisti di due o tre spazi oppure quelli più grandi e con sei spazi. La presenza di sostegni, supporti e spazi più larghi ti permetterà di sistemare biberon, coperchi, tettarelle, posate, piattini e anche alcuni dei giochi preferiti del tuo bambino. Gli sterilizzatori elettrici funzionano grazie al raggiungimento di una temperatura di 100°C e alla conseguente creazione del vapore: alla base del contenitore dovrai versare circa 200ml d’acqua, coprire il tutto con la griglia in dotazione, sistemare gli oggetti e richiudere con il coperchio apposito. Un timer ti permetterà di regolare la durata del processo di sterilizzazione che, a seconda del modello scelto, potrà essere compreso tra i sette e i quindici minuti.

Per quanto riguarda invece i modelli a microonde, il funzionamento e la struttura sono pressoché identici ai modelli elettrici, ma, invece di funzionare tramite una presa di corrente, dovranno essere sistemati all’interno di un forno a microonde. In questo caso le tempistiche per la sterilizzazione dipendono dalla potenza del tuo forno, ma rimangono comprese tra i quattro e gli otto minuti.

Naturalmente, ogni modello di sterilizzatore a caldo è diverso dagli altri, così come sono diverse le aziende produttrici. Per questa ragione ti consigliamo di seguire sempre le indicazioni riportate sul tuo manuale d’uso.

La sterilizzazione può avvenire anche con calore a secco, da effettuare usando la cosiddetta Stufa di Pasteur. Lasciando gli oggetti per un’ora e mezza all’interno di questo dispositivo, regolato a una temperatura di 170°C, otterrai la quasi completa eliminazione delle spore microbiche.

L’ultimo esempio di sterilizzazione a caldo che ti proponiamo è quella ultravioletta, che usa la luce UV con una lunghezza d’onda compresa tra i 280 e 100 nanometri; questo metodo consente la modificazione di DNA e RNA dei microrganismi presenti sulle superfici, impedendone la riproduzione e riducendone notevolmente la pericolosità.

La sterilizzazione a freddo

La sterilizzazione a freddo è molto apprezzata soprattutto perché si tratta di una modalità che può essere replicata dappertutto. Pratico e maneggevole, lo sterilizzatore a freddo può essere portato in viaggio o tenuto in macchina per le emergenze.

Il suo funzionamento è semplicissimo: dovrai riempire d’acqua un contenitore e versare al suo interno degli specifici prodotti disinfettanti liquidi o in pastiglie. Assicurati che tutti gli oggetti rimangano in ammollo e, se necessario, posiziona una griglia al di sopra in modo da tenerli sott’acqua.

Questo metodo prevede un tempo piuttosto lungo per effettuare la sterilizzazione che può arrivare, a seconda del prodotto disinfettante, anche a un’ora di attesa.

Lo sterilizzatore per uso domestico

Se vuoi vivere in un ambiente sempre disinfettato e igienizzato, uno sterilizzatore portatile a radiazione ultravioletta potrebbe essere un ottimo acquisto. Uno strumento di questo tipo, infatti, è composto da una lampada di sterilizzazione UV in grado di eliminare il 99% dei batteri.

Con una spesa di circa 70€ riuscirai a mantenere uno standard di pulizia altissimo non solo sulle superfici degli oggetti o dentro gli armadi, ma anche in intere stanze e aree della tua casa.

Saranno sufficienti tre minuti per eliminare la quasi totalità dei germi presenti all’interno della tua abitazione.

Lo sterilizzatore per i centri benessere

Ti interessa comprare un ottimo sterilizzatore per il tuo centro benessere, la tua spa o la tua postazione da estetista?

Spendendo poco meno di 200€ avrai a tua disposizione uno sterilizzatore a fornetto, funzionante tramite luce ultravioletta. Al suo interno troverai una griglia che ti permetterà di organizzare e sistemare circa quindici asciugamani.

La luce UV porta la temperatura a circa 60°C ed è in grado di completare il suo processo di sterilizzazione in due ore circa. Rimuoverai così germi e batteri dalla tua attrezzatura e potrai accogliere in tutta tranquillità e sicurezza i tuoi pazienti successivi.

Lo sterilizzatore per uno studio medico

Se stai invece cercando uno sterilizzatore perfetto per il tuo studio medico, puoi trovare un’ottima soluzione per meno di 300€.

Si tratta in questo caso di uno sterilizzatore a secco, dotato di timer e termostato. La temperatura raggiunta è di circa 200°C e l’intero processo può durare sino a due ore. È particolarmente indicato per ospitare gli strumenti che entrano in contatto sia con la pelle sia con le mucose e che devono essere sterilizzati prontamente dopo ogni utilizzo.

Lo sterilizzatore per i prodotti per neonati

Uno sterilizzatore elettrico per i prodotti usati da tuo figlio è una soluzione rapida e capiente da tenere dentro casa. Spendendo circa 45€ potrai acquistare un prodotto la cui capienza è regolabile in base alle tue esigenze: hai a disposizione due cestini di diverse dimensioni e, in caso di molti oggetti da sterilizzare, puoi usarli entrambi in contemporanea. Il ciclo completo dura sei minuti e prevede lo spegnimento automatico; inoltre, sono incluse nel prezzo le pinze per l’estrazione degli oggetti mantenendone la sterilizzazione.

Se vuoi invece un prodotto compatto e ancora più veloce la risposta è solo una: uno sterilizzatore a microonde. Nel caso di forno dalla potenza compresa tra i 1100W e i 1850W impiegherà appena due minuti per sanificare completamente biberon, ciucci, posate e quant’altro. Tutto per meno di 40€.

Per quanto riguarda invece uno sterilizzatore a freddo, puoi usare in autonomia un contenitore che già possiedi o, se vuoi affidarti agli esperti, acquistare un prodotto che puoi portare dappertutto, costruito in un materiale che ne consente l’uso anche dentro il forno a microonde. Così avrai due modalità di sterilizzazione in un unico prodotto dal costo di appena 30€.

Esistono sterilizzatori per tutte le tasche ed esigenze: devi solo scegliere il tuo!

Back to top
Apri Menu
sterilizzatoremigliore.it