Quali sterilizzatori per i biberon: prodotti, prezzi, info

Sappiamo che la nascita di un bambino è anche il momento in cui si affacciano alla mente tanti dubbi sulle diverse precauzioni puoi avere. Una di queste riguarda l’utilità o meno dell’acquisto di uno sterilizzatore per biberon.

In questo articolo vedremo quali sono i benefici di questa pratica e alcuni dei prodotti ai quali puoi affidarti. Buona lettura!

Perché è importante la sterilizzazione del biberon?

La sterilizzazione del biberon è un’operazione importantissima soprattutto durante i primi sei mesi di vita del neonato. In questa fase, infatti, il suo sistema immunitario non è ancora completamente formato e di conseguenza il rischio di sviluppare infezioni o malattie entrando a contatto con germi e batteri è più elevato.

Anche per questa ragione, durante il primo anno di vita dovrai proteggere con ancora più attenzione il tuo bambino.

È fondamentale occuparsi soprattutto della sterilizzazione degli oggetti che il bambino porta più spesso alla bocca. Tra questi c’è ovviamente il biberon, ma non solo; anche i ciucci e i giochi usati per dare un po’ di sollievo gengivale durante la fase della dentizione.

In cosa consiste la sterilizzazione?

Appurata l’importanza della sterilizzazione, capiamo meglio di cosa si tratta.

In poche parole, per sterilizzazione si intende il processo che porta all’eliminazione di germi e batteri da oggetti e superfici. Gli oggetti sterili sono quelli sui quali la probabilità di poterci trovare un microrganismo è inferiore a una su un milione.

Pensa per esempio all’importanza di avere degli strumenti diagnostici o chirurgici sterili, così come gli asciugamani dei centri benessere o gli attrezzi di estetiste e barbieri. In questi casi è bene usare tutte le adeguate strumentazioni in grado di garantire una sterilizzazione completa, soprattutto nei contesti ospedalieri.

Dentro casa la sterilizzazione si è sempre effettuata all’interno del classico pentolino pieno d’acqua bollente dove biberon e ciucci venivano lasciati a sobbollire per quindici, venti minuti.

Ora, sebbene ci si basi sempre sugli stessi principi, ci sono degli sterilizzatori più capienti e più veloci per raggiungere il medesimo obiettivo.

Sterilizzazione: i diversi metodi

La sterilizzazione può avvenire in due modi: a caldo oppure a freddo.

La sterilizzazione a caldo segue lo stesso principio che muoveva le nostre nonne o le nostre mamme a far bollire l’acqua per poi immergerci il biberon: il raggiungimento di alte temperature. In questo modo, infatti, e grazie alla formazione del vapore, verranno eliminati tutti i germi e i batteri dal biberon e dai ciucci.

Questa modalità di sterilizzazione può essere effettuata in due modi: nel primo caso, tramite l’uso di uno sterilizzatore elettrico che, sfruttando l’energia, porta al raggiungimento delle alte temperature e alla formazione del vapore; nel secondo caso, invece, lo sterilizzatore è a microonde, ovvero deve essere inserito in un forno di questo tipo.

Hai un’alternativa alla sterilizzazione a caldo: quella a freddo. In questo caso il lavoro viene svolto da prodotti chimici germicidi e battericidi i quali andranno acquistati separatamente. Dovrai poi mischiarli a dell’acqua fredda e mettere il tutto in un contenitore abbastanza grande da permetterti di ricoprire completamente i biberon.

Tra le due modalità, la più veloce è senza dubbio quella a caldo, ma se cerchi una soluzione che sia soprattutto pratica, allora punta sulla modalità a freddo, trasportabile e replicabile ovunque.

Gli sterilizzatori elettrici

Un buon sterilizzatore elettrico costa dai 25€ ai 55€ circa, ma prima di acquistarlo valuta se hai già o se intendi usare biberon della stessa marca. Alcuni sterilizzatori elettrici sono infatti progettati per ospitare al loro interno solo i prodotti dello stesso brand, mentre altri sono universali. Non dimenticarti di prestare attenzione a questo aspetto!

Per 40€ potrai avere a tua disposizione uno sterilizzatore elettrico dalla capienza necessaria per cinque biberon compresi di tettarella, ghiere e coperchi. In aggiunta, potrai sistemare anche i ciucci e i giochi di piccole dimensioni. Il tempo di sterilizzazione rimane compreso tra i quattro e gli otto minuti, a seconda del carico e della quantità d’acqua. Questo sterilizzatore è inoltre dotato di un sistema di sicurezza che gli consente di spegnersi automaticamente una volta che il ciclo di sterilizzazione sarà completo.

Per poco meno di 30€ acquisterai invece uno sterilizzatore esteticamente meno bello, ma più capiente: potrai sterilizzare in contemporanea ben sei biberon con relativi accessori. Anche in questo caso lo spegnimento a fine ciclo sarà automatico.

Per 50€ potrai invece avere uno sterilizzatore elettrico a capienza regolabile; esistono infatti alcuni modelli compact e full size, mentre altri aggiungono anche un’altra fase intermedia. Potrai dunque sterilizzare quello che ti serve quando ti serve, senza aspettare di raggiungere la piena capienza e senza farlo girare a vuoto.

Gli sterilizzatori a microonde

Per quanto riguarda invece gli sterilizzatori a microonde, puoi contare su due varietà di modelli principali.

Nel primo caso, il più economico e dal costo di 15€, avrai un contenitore con coperchio costruito in un materiale che resiste al passaggio in microonde. Dotato di una griglia interna nella quale sistemare biberon, posate, tiralatte etc., termina il ciclo in appena tre minuti a patto che la potenza del forno sia di 1100W.

Il secondo modello, più costoso e dal design più accattivante e compatto, sarà tuo per 35€. In questo caso la durata del ciclo di sterilizzazione è di due minuti e, se il coperchio non viene sollevato, è in grado di mantenere la sterilizzazione dei biberon per ventiquattrore. Comprese nel prezzo troverai anche delle pinze igieniche per poter tirare fuori tutti gli oggetti senza contaminarli nuovamente.

Gli sterilizzatori a freddo

Gli sterilizzatori a freddo sono la soluzione più economica, ma anche quella con le tempistiche più lunghe. Infatti, il ciclo di sterilizzazione può durare tra i venti minuti e l’ora e dipende essenzialmente dalle tempistiche indicate sulla soluzione chimica che avrai acquistato.

Per quanto riguarda tale soluzione, assicurati che sia germicida e battericida. Per questa spenderai sui 15€.

Per quanto riguarda invece lo sterilizzatore in sé, la spesa si aggira intorno ai 20€ e comprende: contenitore, griglia, coperchio, scovolino per la pulizia preliminare del biberon, misurino e pinze igieniche.

Se vuoi unire alla praticità dello sterilizzatore a freddo la velocità di quello a caldo, puoi acquistare per un massimo di 35€, uno sterilizzatore a freddo con un contenitore adatto anche per l’uso in microonde.

Sterilizzare il biberon è fondamentale: scegli un ottimo sterilizzatore!

Back to top
Apri Menu
sterilizzatoremigliore.it